News

Preiscriviti

Trentino
Alta Formazione
Grafica

Fighters of the light

Filippo Castaldini
Fotografia
Tesi di diploma
TAG 2017

Il progetto è nato grazie a Popoli e Solid onlus, due associazioni che conosco da tempo e che si occupano di solidarietà internazionale in diversi scenari: Kossovo, Kenya, Palestina, Siria, Sud Africa e Birmania. Proprio in Birmania è stata Popoli Onlus ad aprire la breccia solidale, ormai vent’anni fa, portando aiuto concreto nei villaggi e creando una rete di personale medico capace di aiutare la popolazione, istruendo gli infermieri del luogo. Ma non solo, sono state costruite scuole, ospedali, piantagioni, sono stati donati macchinari per permettere ai Karen di lavorare la terra.
Si è edificato e difeso il loro futuro.

Così ho deciso di partire anch’io e dare il mio apporto aiutando gli altri volontari, documentando la missione e provando a raccontare la storia di questo popolo che assomiglia tanto a quella di Davide contro Golia, che ha il gusto dei tanti contro i pochi, che rappresenta il concetto di solidarietà identitaria, una solidarietà lontana dalla copertine patinate e dagli interessi economici che purtroppo sempre più spesso troviamo nell’aiutare chi ne ha bisogno.

La fierezza non si compra, questa terra è di noialtri.

ZeroZeroAlfa

Ma qui è diverso. Qua manca tutto, compresa l’attenzione mediatica su un conflitto che distrugge villaggi e colpisce i civili.
Ma si respira un’aria diversa e nonostante tutto i Karen resistono, ridono, raccolgono sotto il sole i frutti di quest’angolo di mondo, quasi fossero protetti e ammantati di luce, come fossero dei Guerrieri della Luce: Fighters of the light.

Contenuti simili